Back

Banche e prestiti per le vacanze

In primo piano

Banche e prestiti per le vacanze

Un’estate in vacanza, ma formativa

Banche e prestiti per le vacanze

Più che mettere in forma, la vacanza forma - Banche e prestiti per le vacanze

Avete mai riflettuto sul fatto che una banca potrebbe consentirvi un prestito per una vacanza di valore come forma di investimento culturale personale o famigliare? O che - se oggi non potete - vi è l’opportunità di finanziarla in modo comodo e tranquillo.

I dati confermano proprio un importante aumento dei prestiti in banca per pagarsi una vacanza “formativa”. Soprattutto perché in molti casi è consentito di frazionare il pagamento del desiderato viaggio senza incidere esageratamente sul bilancio mensile della famiglia.

Come sarebbe possibile affrontare un anno nuovo di lavoro senza un aver goduto di un periodo di “ristoro” fisico e mentale?  E una banca come la BPPB, fortemente radicata sul territorio, ha un orecchio sempre teso a cogliere la domanda di una comunità fatta di persone che esprime certi bisogni. 

Grazie a banche e piccoli prestiti una vacanza utile

Spesso l’andare in vacanza oggi assume vari significati. Di certo, tra i tanti, il bisogno di introdurre una discontinuità rispetto allo stress della quotidianità, ma anche l’occasione per nutrire la propria mente e crescere. Un periodo in cui riscoprirsi ed aprirsi a nuove contaminazioni culturali. Insomma una vera e propria forma d’investimento. Si pensi, inoltre, a quelle famiglie che mandano i propri figli all’estero di estate per imparare meglio una lingua straniera o che scelgono di condividere l’esperienza con loro. E le banche sono sempre più pronte ad assicurare prestiti per questo tipo di vacanza utile.

C’è sempre tempo per decidere e avere un finanziamento per le vacanze

Ormai siamo prossimi all’estate ma ancora in tempo per pensare concretamente ad una programmazione il più possibile adeguata ai propri bisogni e alle proprie vocazioni culturali. Sembrerebbe piuttosto chiaro un nuovo trend legato ad un maggior interesse a viaggiare nel periodo esclusivamente estivo, con una particolare concentrazione nel mese di agosto. Oltre a ciò, tendenzialmente, le vacanze si allungano, con un maggiore aumento dei viaggi dai 10 ai 14 giorni. E la Banca Popolare di Puglia e Basilicata presta da sempre particolare attenzione agli aspetti antropologici e sociologici come quelli suddetti.

Aumenta il desiderio di vacanza

Intanto, è bene sapere che il 2018 conferma questo forte desiderio di vacanza degli italiani. Infatti, quest’anno il numero di coloro che prevedono di farsi un viaggio raggiunge ben l’88%. Di fatto, si registra un +10% in proporzione rispetto al 2017 e circa tre milioni e mezzo di italiani in più rispetto all’anno scorso.

Sono questi i dati che si evincono dal sondaggio “Le vacanze degli italiani”, a cura di italiani.coop, il portale di ricerca di Coop, per Robintur. La tendenza viene confermata altresì dall’andamento di Robintur Travel Group, che governa la più grande rete nazionale di agenzie di viaggio dirette, di proprietà di Coop Alleanza 3.0, che conta 300 agenzie a insegna Robintur e Viaggi Coop sul territorio nazionale. Ben la metà di chi potrà permettersela sceglierà il mare, anche se significativo (+13%) è il dato di chi pensa di tuffarsi tra il verde della natura. Intanto gli italiani manifestano la volontà di desiderare qualcosa di diverso rispetto a prima: 8 su 10 pensano di cambiare destinazione. In calo tra le destinazioni estere – tra quelle un tempo di maggior appeal – zone come le Maldive, Thailandia o l’Egitto.

Organizzazione di viaggio “fai da te”

La rete resta il riferimento imprescindibile per farsi un’idea del viaggio e organizzare la partenza (si pensi a portali come airbnb). Una scelta che punta sul “fai da te” e sulla sicurezza della prenotazione. Una persona su due o ha già prenotato o immagina di farlo a breve, ma molti lo faranno prima di partire. Ben 7 su dieci lo faranno da soli valutando l’offerta su siti aggregatori. Non mancano ovviamente viaggiatori (due su dieci, il 19%), che si sentono più tranquilli affidandosi ad agenzie di viaggio sia per convenienza economica che per la conoscenza diretta degli operatori e della loro singolare e personalizzata proposta di esperienza turistico-culturale.

La Puglia, tra le mete di vacanza lunghe

Tra le mete di vacanza più lunghe in Italia si conferma la frequentazione di Emilia-Romagna e Puglia. Il Trentino-Alto Adige, invece, si rivela la destinazione preferita in inverno e in autunno. Tra i viaggi con mete extra-europee, gli Stati Uniti sono la destinazione preferita per le vacanze lunghe ma soprattutto per i viaggi d’affari. Gli italiani tornano anche ad andare in crociera verso mete di interesse culturale, per le quali risulta in crescita il prezzo medio. I nostri concittadini, in definitiva, sono disposti a pagare di più per essere coccolati e passare le loro vacanze senza pensieri ma per destinazioni che favoriscano contaminazioni culturali. E molti ci pensano sapendo che le banche sono pronte ad offrire prestiti “last minute” per le vacanze.

label_multimedia

29 May 2018